La Robert F Kennedy Human Rights Italia, in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato, ha promosso il 20 giugno presso la Fabbrica del Vapore di Milano, il RFK Flagship Event for Mediterranean Challenges, un incontro che ha radunato rappresentanti del mondo delle istituzioni e dell’imprenditoria italiani per discutere delle politiche migratorie e promuovere l’implementazione di progetti che favoriscano il processo di integrazione di migranti, rifugiati e richiedenti asilo.

Una platea di aziende ed investitori ha assistito alla presentazione dei 10 progetti selezionati su immigrazione, integrazione e cooperazione nel Mediterraneo. I progetti sono stati presentati da ONG e associazioni italiane che operano nel settore: Save the Children, COSPE Onlus, Oxfam, Mygrants, Viaggi Solidali, Associazione Internazionale Volontari Laici (LVIA), Lai-momo cooperative sociale, Agenzia di Turismo Responsabile Viaggi Solidali, Tamat ONG, Associazione di Promozione Sociale Cambalache, CeVi (Centro di Volontariato Internazionale), CESVI.

L’evento è stato realizzato in coordinamento con la Presidenza del Consiglio dei Ministri, con il patrocinio del Comune di Milano ed il supporto di UNHCR – Alto commissariato ONU per i rifugiati. A fianco di RFK Italia, i partner EniMiddle East Directions Programme – dell’Istituto Universitario Europeo (EUI) e gli sponsor EVIVA, Enel, Poste Italiane, Fondazione Pesenti. Ad aprire i lavori l’On. Lia Quartapelle Marco Gualtieri, presidente di Seeds&Chips e membro del consiglio di amministrazione del Robert F Kennedy Human Rights Italia, che hanno illustrato l’anima del progetto e l’urgenza di dare una risposta immediata e concreta alle sfide che ogni giorno il fenomeno delle migrazioni ci porta ad affrontare.

“Questa iniziativa nasce dalla forte esigenza di promuovere una più stretta collaborazione tra settore pubblico e settore privato, per cercare di dare delle risposte chiare al fenomeno dell’immigrazione. Sono lieta di vedere seduti qui, in questa platea, aziende che rappresentano l’eccellenza italiana, perché è importante che il segnale di cambiamento sociale, di presa di coscienza su una questione così importante non siano delegati alle sole istituzioni”, queste le parole dell’Onorevole Lia Quartapelle che ha aperto i lavori.

E’ nello spirito del Robert F. Kennedy Human Rights Italia fin dalla sua fondazione, nel 2005, promuovere iniziative di forte impatto sociale che sappiano rispondere alle urgenze sociali che si verificano nel nostro Paese” ha esordito Marco Gualtieri, membro del cda del RFKI e fondatore di Seeds&Chips, “ed è per questo che il Flagship rappresenta per noi una nuova spinta per dare ancora più forza ai progetti di educazione promozione dei diritti umani che portiamo avanti in Italia. E da Milanese sono orgoglioso che sia stata scelta la mia città come sede di lancio di questa iniziativa che ci auguriamo sia la prima di una lunga serie.”

Il network di aziende ed istituzioni riunitosi sotto l’egida del Robert F. Kennedy Human Rights Italia si è dato appuntamento al prossimo anno.